Colville

Autore: Steven Gilbert
Titolo: Colville
Collana: Coconino Cult
Numero pagine: 192, bianco e nero, formato 17 x 24 cm
ISBN: 9788876183768

17,00 16,15

Disponibilità: Disponibile

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest

Un thriller efferato e sconvolgente. Il diamante nero del graphic novel americano.

Un’esclusiva di Coconino Press, che ha acquisito i diritti mondiali di questo capolavoro oscuro del fumetto di genere.

Colville, popolazione 2.351 anime. Un paesino dell’Ontario meridionale, in Canada, all’inizio degli anni ’90. In questo scenario immobile di dolente, profonda provincia nordamericana un piccolo crimine innesca un ordigno narrativo spietato, dove il destino è segnato e per i protagonisti alzare la testa serve solo a guardare meglio la propria caduta.

Un fumetto di genere, che corre sul circuito fangoso e sconnesso di una gara di motocross per dilettanti. Colville è la storia di David, un ragazzo con piccoli reati alle spalle e tanta voglia di andarsene e sfondare disegnando fumetti. È la storia di Tracy, la sua fidanzata. È la storia di Alan Gold, ex capo della gang di motociclisti “Satan’s Angels”, e di suo figlio. Ma soprattutto, Colville è una storia dove tutto è peggio di come sembra. Come in Twin Peaks, un cuore nero e crudele batte dietro l’apparenza idillica di questo paesino canadese immerso in una splendida cornice di boschi e fiumi: la violenza è in agguato, pronta in ogni momento a esplodere, reiterata e raccontata da diversi punti di vista.

Una storia dedicata dall’autore a Nick Cave e Brian De Palma: un graphic novel cupo, efferato, eppure umano, come se Cronenberg disegnasse un testo di Tom Waits.

« Colville è un monolite. Un racconto chiuso che non prevede vie di fuga. Perfetto come i lampi di genio di una mente autistica. Uno dei pochissimi libri veramente maledetti che avrete in libreria. »
Ratigher
« La violenza non è qualcosa da cui questi personaggi si allontanano, come avrebbero fatto in un qualsiasi altro thriller innocuo: al contrario, li tormenta, li definisce, oppure li possiede completamente. A Colville, la violenza è una rottura nel tessuto dell’esistenza. »
Sean Rogers
The Comics Journal

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
PER ESSERE INFORMATO SUGLI EVENTI
E LE PROMOZIONI ESCLUSIVE

Per consultare l’informativa su cookie e privacy clicca qui