Tutto Zanardi

Autore: Andrea Pazienza
Titolo: Tutto Zanardi
Collana: Coconino Cult
Numero pagine: 264, b/n e a colori, formato 21,5 x 29 cm, volume brossurato con bandelle
ISBN: 9788876184291

27,00 21,60

Disponibilità: Disponibile

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest

Dopo Pentothal e La Prima Repubblica e Pertini continua con questo terzo libro la ripubblicazione integrale delle opere di Andrea Pazienza, in nuove edizioni curate e targate Coconino Press, in collaborazione con Fandango Libri: un modo per ricordare “la rockstar del fumetto italiano”, nel trentesimo anniversario della scomparsa, ma soprattutto per far conoscere le sue straordinarie storie a una nuova generazione di lettori.
La raccolta completa di tutte le storie di Zanardi, lo studente liceale dal naso a becco: il personaggio più noto ed emblematico di Andrea Pazienza, la maschera perfetta con la quale l’autore ha dato forma e sostanza al cinismo degli anni Ottanta. Una nuova edizione di grande formato con nuova copertina, introduzione di Manuele Fior e postfazione di Oscar Glioti.


Il naso è affilato come una lama. Lo sguardo vuoto come quello del predatore. È uno studente del liceo, sempre a un passo dalla maturità. Non ha amici, ma complici: Colas, il bello, a cui nessuna donna sa resistere, e Petrilli, dal naso a pera, sempre inadeguato. È Massimo Zanardi, il protagonista più irriverente del fumetto italiano. Creato da Andrea Pazienza all’inizio degli anni Ottanta, incarna un nuovo tipo di devianza, disincantata e individualista, che chiude definitivamente i conti con l’idealismo del decennio passato. Impersona la controffensiva a un mondo spietato e vizioso, scatenata con l’inarrestabile furore della giovinezza. Zanardi è l’unico personaggio che Andrea Pazienza porta avanti fino al momento della prematura scomparsa. Con il passare degli anni, diventa più feroce e selvaggio che mai, in perenne conflitto con i demoni dell’ipocrisia e del conformismo. Di fronte all’aberrazione che ci circonda, Zanardi oppone una resistenza strenua e a volto scoperto, che non teme ma invece si nutre dell’odio della gente.

« La riedizione completa delle sue opere è ciò che merita Andrea Pazienza, uno dei più notevoli narratori italiani degli ultimi trent’anni. »
Michele Serra
« Il pugno nel karate non deve solo colpire, deve sfondare. Così devono fare le nostre storie. Mi sembra che Pazienza proprio questo abbia fatto con Zanardi. E dato che parliamo di porte, penso che lui l’abbia non solo aperta, ma sfondata, lasciando passare i suoi demoni e liberando la strada ai nostri. »
Manuele Fior

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
PER ESSERE INFORMATO SUGLI EVENTI
E LE PROMOZIONI ESCLUSIVE

Per consultare l’informativa su cookie e privacy clicca qui