Midori – La ragazza delle camelie

Autore: Suehiro Maruo
Titolo: Midori – La ragazza delle camelie
Collana: Coconino Cult
Numero pagine: 168, b/n e a colori, formato 17 x 24 cm.
ISBN: 9788876183041

19,00

Svuota
Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest

In occasione dei quarant’anni di carriera torna il libro cult di Maruo, maestro del manga erotico-grottesco. Un volume introvabile da anni, in un’edizione speciale rivista con l’aggiunta di nuove tavole ridisegnate dall’artista.

Può sopravvivere una ragazzina sola in un mondo di mostri?

Una storia di innocenza calpestata e felicità impossibile. Una visione crudele dal Giappone più oscuro. Nell’odissea di Midori si mescolano orrore e bellezza, realtà e fantasia, sogno e incubo.

Midori è una ragazzina rimasta sola dopo l’abbandono da parte del padre e la morte della madre. Cerca di cavarsela vendendo fiori per la strada, e la chiamano “la ragazza delle camelie”. Quando il proprietario di un circo itinerante la prende con sé, Midori comincia a vagabondare per il Giappone insieme a una sinistra compagnia di freaks, esseri bizzarri e creature mostruose che la sottopongono a quotidiane umiliazioni e violenze. Fino all’arrivo di Wonder Masamitsu, un nano illusionista che prende la ragazza sotto la sua protezione. Midori troverà finalmente conforto alla sua solitudine? Nulla è come sembra, e per lei diventa sempre più difficile distinguere tra fantasia e realtà, sogno e incubo…

Un altro capolavoro horror del maestro Maruo, un nuovo spietato ritratto di un’epoca in cui candore e innocenza vengono calpestati senza ritegno da avidità e malvagità. Un libro crudele e toccante, denso di riferimenti alle immagini delle stampe ukiyo-e e muzan-e e al mondo dei personaggi del Kamishibai, una forma di spettacolo teatrale di figure di strada in voga nel Giappone degli anni Venti.

Midori ha dato vita a due adattamenti cinematografici, entrambi autentici cult: un film d’animazione di Hiroshi Harada del 1992, e un recente film live action con inserti animati interpretato dalla top model Risa Nakamura.

« I disegni di Maruo incantano. Tratto sottile, linea chiara, espressività conturbante e attenzione ai dettagli. La sua opera è un perfetto esempio di quello che Burke definiva ‘The delightful horror’, l’orrore che affascina, che abbraccia e che cattura. In una parola: sublime. »
Barbara Baraldi
scrittrice
« Maruo raffigura l’erotismo della crudeltà con estrema perizia. Le sue rappresentazioni di scene atroci superano sia quelle di Yoshitoshi sia le descrizioni di Jun’Ichirō Tanizaki. »
Giorgio Amitrano
« Con disegni di un’eleganza portentosa Maruo ci accompagna in un nuovo viaggio nell’abisso, affascinante e spaventoso. »
Horror Italia 24
« I disegni di Maruo incantano. Tratto sottile, linea chiara, espressività conturbante e attenzione ai dettagli. La sua opera è un perfetto esempio di quello che Burke definiva ‘The delightful horror’, l’orrore che affascina, che abbraccia e che cattura. In una parola: sublime. »
Barbara Baraldi
scrittrice
« Maruo raffigura l’erotismo della crudeltà con estrema perizia. Le sue rappresentazioni di scene atroci superano sia quelle di Yoshitoshi sia le descrizioni di Jun’Ichirō Tanizaki. »
Giorgio Amitrano
« Con disegni di un’eleganza portentosa Maruo ci accompagna in un nuovo viaggio nell’abisso, affascinante e spaventoso. »
Horror Italia 24

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
PER ESSERE INFORMATO SUGLI EVENTI
E LE PROMOZIONI ESCLUSIVE

Per consultare l’informativa su cookie e privacy clicca qui