Jacovitti. Il teatrino perpetuo

Autore: a cura di Hamelin
Titolo: Jacovitti. Il teatrino perpetuo
Collana: Coconino Cult
Numero pagine: 112, a colori, formato 21,5 x 29 cm
ISBN: 9788876183881

20,00 16,00

Disponibilità: Disponibile

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su whatsapp
Condividi su telegram
Condividi su pinterest

In occasione del ventesimo anniversario della morte di Jacovitti, un prezioso volume illustrato accompagna la grande mostra in corso a Bologna fino al 5 gennaio 2018.

Critici e autori di fumetti raccontano il “loro” Jacovitti: un omaggio al maestro che ha fatto ridere generazioni di lettori, è entrato in tutte le case con personaggi come Cocco Bill e col “Diario Vitt”, ha influito sull’immaginario degli italiani di ogni età.

Da Cocco Bill al Diario Vitt, da Zorry Kid a Pinocchio: l’eredità folle e scanzonata di “Jac” viene raccontata in questo volume dagli autori contemporanei di fumetti e dai critici. Tra i grandi maestri dei comics, Benito Jacovitti è stato quello che più ha influito sull’immaginario e sul costume degli italiani di ogni età. Al tempo stesso, nessuno come lui ha saputo imporre la propria complessa visione, senza mai venire a patti con le mode estetiche dei periodi che ha attraversato.

I diversi saggi e interventi del libro ripercorrono l’opera di Jacovitti mettendo in evidenza la sua personalità unica di artista: il creatore di una sorta di teatro in cui quello che conta è il movimento perpetuo, come a tener lontano il fondo cupo che è nascosto dietro l’irruenta comicità dell’autore. I testi sono accompagnati da un ricco corredo di immagini: le tavole e le illustrazioni di “Jac”, opere di incredibile raffinatezza grafica, sono riproposte con un trattamento di stampa che come mai prima d’ora ne esalta la luminosità e lo splendore.

Nella prima sezione critici e studiosi, tra cui Goffredo Fofi, Luca Raffaelli e Gianni Brunoro, indagano diversi aspetti della poetica dell’autore come l’invenzione linguistica, la tradizione dell’immagine panoramica, i legami con il cinema e l’influenza su Andrea Pazienza. Nella seconda parte otto fumettisti protagonisti della scena europea contemporanea, tra i quali Paolo Bacilieri, Maicol&Mirco, lo spagnolo Miguel Ángel Martín e il francese Gilles Bachelet, raccontano il “loro” Jacovitti, proponendo nuovi sguardi su questo grande e irregolare maestro dell’umorismo disegnato.

« Tre sono gli autori che hanno descritto meglio l’Italia del ’900: Fellini, Sordi e Jacovitti. »
Oreste del Buono
« Jac è il creatore di un universo originale e irripetibile. Una sorta di Paese delle meraviglie in cui tutto è possibile. »
La Repubblica
« Uno dei pochi capaci di creare un intero mondo all’insegna dell’assurdo, del nonsense e del grottesco. »
Il Foglio
« Jacovitti si è meritato un posto d’onore nel nostro immaginario collettivo. »
La Stampa

ISCRIVITI ALLA NEWSLETTER
PER ESSERE INFORMATO SUGLI EVENTI
E LE PROMOZIONI ESCLUSIVE

Per consultare l’informativa su cookie e privacy clicca qui